61A30AB7-B644-4BB3-8F91-284D0FD010B0.png
012C9AC9-8277-4A43-B14E-D69B2F51406E (1).png

PROGETTO JEY CASTLE

Il Castello del Signore Gesù è il significato crittografato del nome Jey Castle. Io provengo da un mondo dove, in cuore mio, credevo che la creazione di tale personaggio fosse necessaria per l'evoluzione dei miei simili, o almeno per la mia.  Era necessario, punto e basta. Un giorno, in un libro, forse avrò il discernimento e la gratitudine di scrivere di tale argomento. Ammirate i poemi perché, se li ascoltate col cuore, capirete che sono davvero belli, quindi aprite le pesanti porte del vostro Castello chiamato cuore, e lasciate che le mie melodie possano creare ciò per cui sono state fatte. I dipinti dimenticati dalla nostra generazione ora hanno tutti una candela che, dal loro profondo, illumina il passaggio di queste 150 melodie da me tanto attese. Una ragazza brillante, che una volta fu la Regina del suo Castello, ma che perse non solo il trono, ma anche se stessa, ora ritorna al suo posto d'onore, ma entrando nella sala del trono, una volta suo, vede un essere angelico. Seduto sul trono, egli illumina quella ragazza che si era smarrita, la benedice, guarendo il suo cuore e curando le sue ferite, e le regala un nuovo nome che sarà divulgato al momento giusto. Una grande scuola prende forma, dal cammino del suo cuore fino al suo cosiddetto cervello... La scuola che questo essere angelico le aveva regalato, fece unire cuore e cervello sulla stessa frequenza d’onda, aprendo i suoi orizzonti a una nuova realtà. Realtà di cui ora si vedono i risultati tanto desiderati: dal cuore di una combattente sopravvissuta, col maturare dei frutti seminati da lei stessa, un nuovo mondo è stato creato. Un giorno anche lei sarà un dipinto, e forse in quel giorno tutti i personaggi nei dipinti, che ora hanno una candela in mano, cambieranno volto, emanando un sorriso di gioia e battendo le mani al suo arrivo. E sulla cornice del dipinto di questo cuore verrà inciso un angelo, facendo in modo che la ragazza non si senta mai sola. Dedicato alla cornice del cuore, con il dipinto personale della mia vita che prende forma e che ora sa anche cantare.